Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa godere di tutte le funzionalità del nostro sito. Continuando a navigarlo ne accetterai l'utilizzo.

Cosa facciamo

Accoglienza in Italia di minori Bielorussi

Indice articoli

Accoglienze in periodo scolastico: dettagli logistici e modalità organizzative

In questa sezione vengono illustrate le principali modalità operative relative alle iniziative di accoglienza in periodi scolastici, con particolare riferimento a:

  • Attività di preparazione in Italia
  • Attività di preparazione in Bielorussia
  • Durata del soggiorno
  • Accompagnatori
  • Viaggio
  • Attività scolastiche
  • Attività didattiche integrative
  • Momenti liberi
  • Passaporto
  • Reperibilità dei bambini
  • Momenti di incontro
  • Visite mediche
  • Costi
  • Patrocini.

Attività di preparazione in Italia

Le attività di preparazione in Italia riguardano, principalmente, i seguenti aspetti:

  • sensibilizzazione delle comunità locali all’importanza dell’accoglienza;
  • reperimento delle famiglie disponibili;
  • reperimento dei fondi necessari;
  • formazione delle famiglie ospitanti.
Come vengono scelte le famiglie ospitanti

Cerchiamo famiglie disponibili ad aprire la propria casa e a ospitare un bambino bielorusso

Per ospitare un bambino:

  • Non servono soldi,

ma la tua disponibilità a coinvolgerlo con affetto nella vita quotidiana familiare

  • Non serve conoscere la sua lingua,

ma dedicargli attenzione e un po' del tuo tempo

  • Non serve una casa grande,

ma un piccolo spazio, un posto a tavola e l'attenzione ai suoi bisogni

Le famiglie che si rendono disponibili vengono contattate e visitate da alcuni responsabili dell’As­so­ciazione.

Corsi di preparazione per le famiglie ospitanti

In preparazione a ogni iniziativa di accoglienza, organizziamo dei cicli di incontri, con specialisti e studiosi, nei quali vengono approfondite le motivazioni di fondo, gli aspetti psicologici e vari aspetti della storia e della cultura bielorussa.

 

Attività di preparazione in Bielorussia

Le attività di preparazione in Bielorussia principalmente riguardano la determinazione dell’in­sieme dei bambini che possono venire in Italia e la preparazione dei documenti richiesti.

Come vengono scelti i bambini

Come Associazione cerchiamo, nei limiti della disponibilità di famiglie ospitanti, di accogliere tutti i bambini delle scuole target, anche sfruttando il principio della rotazione.

Ruolo dei direttori delle scuole

Chiediamo la preziosa collaborazione dei direttori delle scuole nel fornirci inizialmente gli elenchi di tutti i bambini che frequentano la scuola e, una volta concordato l’insieme dei bambini che verrà ospitato in Italia, per ciascun bambino, la compilazione di una scheda medica, una relativa alla situazione famigliare e le necessarie autorizzazioni, da parte dei genitori, a effettuare in Italia eventuali esami medici che si rendessero necessari.

Incontri in Bielorussia con i genitori dei bambini

In occasione dei campi di lavoro che annualmente organizziamo in Bielorussia nell’ambito del progetto Razdilit, come Associazione visitiamo le famiglie sia dei bambini che sono stati accolti in Italia per raccogliere impressione e suggerimenti sia dei bambini che presumibilmente verranno l’asso successivo per illustrare nei dettagli le finalità e le modalità operative dei nostri progetti di accoglienza.

 

Durata del soggiorno

I bambini vengono ospitati per circa due mesi, nel periodo marzo-aprile.  

 

Accompagnatori

Durante il viaggio e il soggiorno in Italia i bambini sono accompagnati da una insegnate (solitamente la loro insegnante in Bielorussia) e da una interprete.

L’insegnante e l’interprete sono dotate di un telefono cellulare fornito dall’Associazione, disponibile 24/7.

 

Viaggio

I bambini e i loro accompagnatori effettuano il viaggio in aereo, con voli di linea e/o charter, tipicamente a e da Milano Malpensa.

Il trasporto dall’aeroporto di arrivo al paese ospitante e viceversa è a carico dell’As­so­cia­zione ed effettuato tramite autobus.

Per ragioni organizzative, sia all’arrivo sia alla partenza, i bambini sono accompagnati esclusivamente da alcuni membri dell’As­so­cia­zione.

L’accoglienza dei bambini e l’incontro con le famiglie ospitanti avvengono presso un idoneo locale.

 

Attività scolastiche

Durante il soggiorno in Italia, i bambini ospiti proseguono regolarmente le loro abituali attività didattiche in lingua russa e bielorussa presso idonei locali reperiti dall’Associazione.

Le lezioni hanno il seguente orario: inizio ore 8:30, termine ore 16:30 e il sabato non vengono svolte attività didattiche.

Per facilitare le famiglie ospitanti, non sono previsti giorni di vacanza in occasione delle festività pasquali.

Obbligatorietà della frequenza scolastica:

  • Ai sensi delle leggi vigenti e degli accordi stipulati, la frequenza scolastica dei bambini ospitati è obbligatoria e la garanzia della frequenza stessa è preciso impegno della famiglia ospitante.
  • In caso di assenza per motivi di salute o per altri gravi motivi, la famiglia ospitante è tenuta ad avvisare tempestivamente (e comunque entro le ore 8:30 del giorno di assenza) l’interprete.

Ciascuna famiglia ospitante è invitata a fornire, al proprio bambino:

  • normale materiale didattico (pennarelli, colori, matita, gomma, penne biro, forbicine con punta arrotondata, colla ...)
  • necessario per la pulizia personale a scuola (spazzolino da denti, dentifricio, asciugamano, ...).
Servizi di mensa scolastica

Nei giorni in cui vengono svolte attività didattiche, il pranzo viene consumato nella mensa dello stesso Istituto e i pasti erogati da una ditta specializzata.

Servizi di pre-scuola e post-scuola

Nei giorni in cui vengono svolte attività didattiche, presso gli stessi locali nei quali si svolgono tali attività, l’insegnante e l’interprete sono disponibili a fornire un servizio di pre-scuola, dalle ore 08:00 alle ore 08:30, e uno di post-scuola, dalle 16:30 alle 17:30, per intrattenere quei bambini le cui famiglie ospitanti avessero particolari esigenze di orario.

 

Attività didattiche integrative

L’Associazione organizza alcune attività didattiche integrative. Le più significative sono le seguenti.

Corsi intensivi di lingua italiana

I bambini ospitati seguono dei corsi intensivi di lingua italiana.

I bambini vengono divisi in gruppi, in base al loro livello di cono­scenza della lingua italiana, e a ciascun gruppo vengono erogate, quotidia­na­mente, 2 ore di lezione di lingua italiana, di cui una a cura della Dr.ssa Laura Dusio e una gestita da insegnanti italiane volontarie.

Corsi di fotografia e di introduzione alla multimedialità

A seguito di quanto convenuto con i direttori delle scuole da cui provengono i bambini, a partire dal 2015 organizziamo per loro, un Corso di fotografia e di introduzione alla multimedialità, che poi proseguirà in occasione del successivo campo estivo in Bielorussia.

A ciascun bambino viene dato in prestito un apparecchio fotografico digitale che, al ritorno in Bielorussia, dovrà essere consegnato alla insegnante e custodito presso la scuola.

Al termine del soggiorno a ciascun bambino verrà data, come ricordo, una chiavetta flash USB sulla quale saranno state memorizzate tutte le foto.

Chiediamo alle famiglie ospitanti di incentivare il bambino a utilizzare la macchina fotografica, secondo le indicazioni che verranno fornite durante il corso.

Attività pomeridiane

In alcuni dei giorni in cui vengono svolte attività didattiche, le attività pomeridiane vengono gestite da gruppi di animatori volontari, coordinati dall’Associazione, che organizzano e gestiscono, a titolo di esempio, attività in Oratorio, motorie e sportive.

Visite a Musei

In collaborazione con il Comune di Torino, l’associazione organizza, per i bambini ospiti, delle visite ad alcuni musei e ad altri luoghi di interesse (e.g., l’Osservatorio astronomico di Pino Torinese).

L’insieme di queste visite è preventivamente concordato con i direttori delle scuole bielorusse da cui provengono i bambini. L’Associazione fornisce adeguato materiale illustrativo in lingua russa, che le insegnanti bielorusse possono utilizzare per inquadrare le visite all’in­terno di adeguati percorsi formativi.

Gite e soggiorni

L’Associazione organizza tipicamente anche una gita in montagna e un soggiorno al mare, per dare la possibilità ai bambini ospitati di fare, insieme, l’esperienza di visitare luoghi non presenti in Bielorussia, quali, appunto, la montagna e il mare. Abbiamo toccato con mano che si tratta di esperienze molto forti per i bambini e riteniamo importante che la vivano TUTTI insieme in quanto tra loro possono condividere sentimenti ed emozioni che sarebbe più difficile scambiare con noi.

 

Momenti liberi

I momenti liberi dalle attività didattiche vengono trascorsi presso la famiglia ospitante.

 

Passaporto

I bambini sono dotati di un passaporto individuale, custodito dall’inter­prete.

L’Associazione provvede a farne avere copia, appena possibile, a ciascuna famiglia ospitante.

 

Reperibilità dei bambini

L’Associazione deve, a termini di legge, essere costantemente in grado di reperire i bambini in breve tempo durante il loro soggiorno in Italia. Ne consegue che, durante il periodo di accoglienza, la famiglia ospitante deve garantire all’Associazione la tempestiva reperibilità del bambino ospitato e avvisare nel caso di spostamenti di durata superiore alle 24 ore.

 

Momenti di incontro

Durante il soggiorno, l’Associazione organizza un programma organico di momenti di aggregazione per i bambini ospiti, al fine di rassicurarli, farli incontrare con gli accompagnatori, parlare nella loro lingua, consentire la socializzazione tra loro e con i coetanei italiani.

Riteniamo infatti importante far sentire agli amici bielorussi il calore della nostra ospitalità, non solo come singole famiglie, ma anche, e soprattutto, come comunità. Tra i più significativi ricordiamo:

  • Festa dell’accoglienza, per dare il benvenuto ai nostri ospiti
  • Festa dell’arrivederci, per salutare i nostri ospiti
  • Incontri con le famiglie ospitanti, per fare il punto sull’andamento dell’iniziativa di ospitalità, tipicamente:
    • incontro di “metà percorso”: un importante momento di confronto per condividere le gioie provate e le difficoltà incontrate sino a quel punto;
    • incontro di “fine percorso”, nel quale faremo un bilancio complessivo dell’ini­ziativa e raccoglieremo idee e suggerimenti su come arricchire e migliorare l’ac­co­­glienza.
  • Pasti e cene con l’insegnante e l’interprete: anche sulla base delle positive esperienze degli scorsi anni, riteniamo sia molto utile sia per i bambini sia per le famiglie ospitanti poter ospitare a cena, almeno una volta, l’insegnante e l’interprete, per poter meglio conoscere la realtà famigliare del bambino ospitato.
    Sarà cura di ciascuna famiglia ospitante provvedere all’accompagnamento delle insegnanti presso la loro abitazione.

 

Visite mediche

Avendo l’Associazione preventivamente ottenuto le necessarie auto­­riz­zazioni da parte delle famiglie d’origine, nel corso della loro perma­nenza in Italia, tutti i bambini ospitati vengono siste­mati­camente seguiti da pediatri e sottoposti a numerose visite mediche specialistiche, le principali delle quali sono illustrate nel seguito.

Visita pediatrica generica

Le visite vengono effettuate presso i pediatri che si sono resi disponibili, secondo un calendario fornito dall’Associazione; durante le visite è sempre è garantita la presenza di un interprete.

Nel caso in cui il pediatra ravvisi la necessità di visite o esami specialistici, l’Associa­zione si fa carico di provvedere in merito, effettuando sia le pratiche neces­sarie sia le relative prenotazioni.

Esami clinici

Ai sensi delle leggi vigenti non è permesso effettuare esami clinici invasivi ai minori Bielorussi ospitati.

In caso di necessità e di urgenza la famiglia ospitante dovrà obbligatoria­mente rivol­gersi all’Asso­­ciazione per ottenere le necessarie autorizzazioni del caso.

Ecografia alla tiroide

Tutti i bambini ospitati sono sottoposti a un accurato esame ecografico alla tiroide, presso strutture idonee.

Visite oculistiche e dentistiche

Tutti i bambini ospitati sono sottoposti a uno screening dentistico e, ove necessario, sottoposti alle cure richieste.

 

Costi

Costi per la famiglia ospitante

Al fine di permettere a qualsiasi famiglia di ospitare un bambino, non viene richiesto alla famiglia ospitante alcun ingente impegno economico, fatti salvi l’abbigliamento, l’alimenta­zione e il materiale didattico per il bambino ospitato.

In particolare, ciascuna famiglia ospitante è invitata a:

  • garantire al bambino ospitato la disponibilità di:
    • normale materiale didattico (quaderni, penne, ...);
    • quanto necessario per la pulizia personale a scuola (spazzolino da denti, dentifricio, asciugamano, ...);
    • capi di abbigliamento.
  • fornire al bambino ospitato, al momento del ritorno, scarponi o calzature invernali, giacca a vento, abiti pesanti e biancheria intima.
Costi complessivi per l’Associazione

A titolo di esempio, la tabella seguente riporta i costi relativi alle iniziative di accoglienza svolte a Gassino Torinese, in periodi scolastici, negli ultimi 5 anni:

Anno

Numero
di bambini

Costo
complessivo

Costo
pro capite

2012

21

16.409 €

781 €

2013

20

15.924 €

796

2014

17

17.591 €

1.034 €

2015

17

15.771 €

928 €

2016

25

20.245 €

810 €

Patrocini

Le iniziativa di accoglienza in periodi scolastici vengono solitamente effettuate con il patrocinio del Comune o della Circoscrizione locale.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

In collaborazione

world-map

Realizzato in collaborazione tra l’Ass. Comitato Girotondo ed il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To

Webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultime news

More inNews