Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa godere di tutte le funzionalità del nostro sito. Continuando a navigarlo ne accetterai l'utilizzo.

Cosa facciamo

Accoglienza in Italia di minori Bielorussi

Indice articoli

Responsabilità

Nel seguito vengono riassunte le responsabilità in merito alle iniziative di accoglienza, rispettivamente della famiglia italiana ospi­tante e del Consiglio Direttivo dell’Associazione.

 

Responsabilità della famiglia ospitante

Ogni famiglia che accoglie o intende accogliere un minore straniero deve garantire vitto e alloggio per tutta la durata del soggiorno al minore ospitato e a essa affidato.

Allo scopo di garantire sempre e comunque la sicurezza del minore ospitato, le famiglie devono garantire il massimo della trasparenza e disponibilità in modo da facilitare le attività di controllo e supervisione da parte dei responsabili dell’Associazione e delle strutture e autorità competenti che si occupano di vigilare sulla corretta ed effettiva applica­zione dello statuto dell’Associazione.

Ogni famiglia ospitante deve adeguarsi alle regole e alle decisioni prese dal Consiglio Direttivo e deve partecipare alle riunioni indette dal mede­simo. L’assenza ripetuta alle riunioni può essere motivo ostativo per l’affidamento temporaneo del minore.

In particolare, la famiglia ospitante è tenuta al rispetto delle regole stabilite a livello internazionale, dagli accordi bilaterali vigenti tra Bielorussia e Italia e, a livello locale, dall’Asso­cia­zione.

Ogni famiglia ospitante si deve impegnare a far sì che i bambini ospitati seguano scrupolosamente il programma scolastico presta­bilito.

Il capofamiglia al quale viene assegnato un bambino deve garantirne il rimpatrio entro i termini fissati dall’Associazione.

Qualsiasi violazione delle leggi che regolano le iniziative di accoglienza verrà denunciata alle autorità competenti e perseguita a termini di legge.

 

Responsabilità del Consiglio Direttivo dell’Associazione

Per quanto concerne i progetti di accoglienza di bambini bielorussi, il Consiglio Direttivo dell’As­so­cia­zione ha:

  • il compito di appurare con tutti i mezzi in proprio possesso (nel rispetto delle leggi vigenti), che la famiglia ospitante sia idonea ad intraprendere le iniziative di acco­glienza proposte
  • il dovere di vigilare affinché al minore ospitato vengano garantite le proprie libertà culturali e religiose
  • la facoltà di rifiutare l’adesione ai progetti di accoglienza di famiglie che, con il loro comportamento, potessero compro­mettere il buon funzionamento dei progetti stessi
  • la facoltà e il dovere di trasferire il minore ospitato presso una famiglia diversa da quella affidataria nel caso vengano a mancare le prerogative necessarie a garantire una felice permanenza del minore presso tale famiglia, nell’interesse del minore ospitato e della famiglia ospitante. Tale operazione di trasferimento sarà tem­pesti­vamente comunicata alle autorità competenti.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

In collaborazione

world-map

Realizzato in collaborazione tra l’Ass. Comitato Girotondo ed il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To

Webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultime news

More inNews