Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa godere di tutte le funzionalità del nostro sito. Continuando a navigarlo ne accetterai l'utilizzo.

Progetti ultimati

Progetti mirati alla crescita della cultura informatica

Indice articoli

Progetto ECDL in Bielorussia (2003)

Il progetto EC4BC Certificazioni Europee per Ragazzi Bielorussi è stato realizzato con un co-finanziamento da parte della Regione Piemonte nell'ambito dell’assegnazione di contributi a favore di iniziative di cooperazione decentrata in Bielorussia anno 2002.

Obiettivi del progetto

Il progetto ha perseguito obiettivi diversi, fortemente intercorrelati:

  • Incremento della cultura informatica nelle scuole dell’obbligo di alcuni villaggi rurali della Bielorussia, attraverso la diffusione dell’ECDL
    Produzione di adeguato materiale didattico sia cartaceo sia multimediale di supporto, impiegando, per le traduzioni, personale di madre lingua bielorussa
    Formazione, in Bielorussia, di formatori in grado di svolgere opportune attività di docenza e sostegno
    Creazione, in Bielorussia, di almeno un Test Center abilitato al rilascio dell’ECDL.

Modalità operative

Il progetto ha avuto, come primo obiettivo, la produzione di materiale didattico, in lingua bielorussa, da utilizzarsi come materiale per auto-apprendimento e come materiale di supporto per i corsi di formazione.

Innanzi tutto i corsi, inizialmente in lingua italiana, sono stati tradotti in lingua bielorussa.

La traduzione è stata verificata e corretta da personale tecnico specializzato bielorusso.

Si è poi proceduto alla registrazione dei relativi tracciati audio: personale di madrelingua bielorussa ha provveduto alla registrazione, a Torino, in apposite sale di registrazione, della lettura delle traduzioni di cui sopra. La versione finale dei corsi prevede infatti, per ciascuna lezione, la disponibilità, sullo schermo, sia della versione scritta, sia del tracciato audio (una voce fuori campo legge il testo scritto), sia delle simulazioni delle eventuali operazioni che il discente deve fare con il mouse.

Si è ritenuto significativo basare il progetto formativo non su CD, bensì su piattaforme di e-learning.

In accordo con il Politecnico di Torino e grazie alla collaborazione di alcuni tesisti del corso di Laurea in Ingegneria Informatica si è proceduto alla realizzazione di una piattaforma di e-learning, ottenuta come customizzazione di una piattaforma open-source.

L’utente (sia esso amministratore, tutor o discente) può scegliere la lingua di accesso alla piattaforma.

Al momento della sottomissione del progetto la Bielorussia non disponeva, di Test Center abilitati al rilascio delle certificazioni ECDL.

Successivamente, durante il corso del progetto, è stato attivato un Test Center privato in Minsk.

Non ritenendo opportuno attivare un ulteriore Test Center in competizione con quello ormai esistente, sul mercato privato, si è optato per la realizzazione di un Test Center dedicato presso l’ Internat Minsk 5 di Minsk (Orfanotrofio), con l’obiettivo di rilasciare certificati a prezzi di costo per i ragazzi degli orfanotrofi. Sono state allora avviate le pratiche con la Lituania (centro CEPIS competente per la Bielorussia) per l’attivazione di un Test Center presso l’ Internat di cui sopra.

Nel contempo sono state avviate le necessarie pratiche per ottenere le necessarie autorizzazioni dal Governo Bielorusso. Dopo lunghe e defatiganti trattative con il Ministero Bielorusso compente, con profondo disappunto, ci siamo visti costretti a sospendere l’iniziativa, in quanto, ai sensi delle legge vigenti bielorusse, gli Internati non possono incassare soldi direttamente dai privati e un Test Center, per sua natura e per la regolamentazione europea che ne regola il funzionamento, deve essere aperto al mercato e quindi, potenzialmente, in grado di incassare soldi.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

In collaborazione

world-map

Realizzato in collaborazione tra l’Ass. Comitato Girotondo ed il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To

Webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultime news

More inNews