Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa godere di tutte le funzionalità del nostro sito. Continuando a navigarlo ne accetterai l'utilizzo.

Progetti ultimati

Interventi a sostegno di realtà locali - Sostegno a distanza (2002-2014)

Indice articoli

Sostegno a distanza (2002-2014)

Cos'è

Si è consolidata ed è in continua espansione una nuova forma di solidarietà che è definita in diversi modi: adozione a distanza, affido a distanza, adozione scolastica a distanza, sostegno a distanza, tutela, padrinato, madrinato, borsa di studio, sponsorizzazione ... Pur essendo ogni organizzazione libera di utilizzare la denominazione ritenuta idonea, il termine che preferiamo utilizzare è Sostegno a Distanza.

Il sostegno a distanza è un atto di solidarietà che consiste nell’impegno morale a inviare, tramite referenti responsabili, un contributo economico stabile e continuativo, del cui uso il donatore riceve riscontro, rivolto a minori, adulti, famiglie, comunità ben identificate, in condizioni di necessità e in ogni parte del mondo, per offrire la possibilità di migliorare le proprie condizioni di vita nell’ambiente sociale e culturale in cui vivono.

Obiettivi

In varie regioni della Bielorussia esistono numerose situazioni di minori in difficoltà, a causa sia di malattie sia di particolari situazioni famigliari (assenza dei genitori, alcolismo, mancanza di lavoro, malattia, …). Abbiamo quindi attivato interventi di sostegno a distanza per famiglie in difficoltà, garantendo loro un contributo mensile compreso tra i 35 ed i 50 €, a seconda delle reali necessità.

Carta dei Principi per il Sostengo a Distanza

Come Associazione abbiamo sottoscritto la Carta dei Principi per il Sostengo a Distanza e siamo impegnati a rispettarla appieno.

Modalità operative

La responsabilità della gestione dei fondi destinati a un minore è sempre affidata a un Tutore.

A titolo di esempio, per interventi nei villaggi di Malie Avtiucki, Alessandrovna ed Esipova Rudnia, il Tutore è il Direttore della scuola di Malie Avtiucki, il quale si è impegnato a coinvolgere nelle decisioni sia il Comitato di Genitori che lo coadiuva nella gestione della scuola, sia l’Assistente Sociale che opera nei villaggi.

Qualora le condizioni lo richiedevano, il Tutore erogava il contributo non in denaro, ma tramite generi alimentari, abbigliamento, medicine e generi di prima necessità.

Ciascun Tutore ha fornito all'Associazione una rendicontazione trimestrale relativa l’impiego del denaro e i destinatari degli aiuti.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

In collaborazione

world-map

Realizzato in collaborazione tra l’Ass. Comitato Girotondo ed il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To

Webmaster: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultime news

More inNews